Primo anniversario della morte di Mons. Michele Castoro

“Ho amato la Chiesa più della mia vita. Mai potrò riuscire a dire compiutamente il mio grazie al Signore per la luce della maternità ecclesiale. Tutto ciò che ho fatto nel mio ministero pastorale non è stato altro che un modo per ringraziare Dio di quanto mi ha donato attraverso la Chiesa. Quanta immeritata grazia, quanti doni immeritati sono usciti dalla mano del Signore per me. Da parte mia non voglio lasciare questa vita terrena portando rancore per nessuno, e davvero posso dire di non provarne per alcuno. Continuo il mio cammino ‘in nomine Jesu’ finché Egli vorrà, pronto a servire i miei fratelli sulla terra, ma anche a far fiorire questo servizio in una lode eterna al cospetto di Dio. Il nome di Gesù mi accompagna e mi custodisce nei giorni del mio pellegrinaggio terreno” (dal Testamento Spirituale di Mons. Michele CASTORO).

In occasione del primo anniversario della morte di Mons. Michele Castoro, arcivescovo della Diocesi di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo, la nostra Comunità Diocesana si è ritrovata unita nella celebrazione eucaristica di suffragio, presieduta da S.E. Mons. Giovanni Ricchiuti, il giorno 8 maggio nella Cattedrale di S. Maria Assunta in Altamura.

Durante la celebrazione in cattedrale, nonchè sua parrocchia e luogo in cui ha ricevuto l’ordinazione sacerdotale e la consacrazione episcopale, sono stati ricordati alcuni tratti della sua vita pastorale.

La Redazione

Video


162 Total Views 3 Views Today