Al via “Educare all’inclusione” , tre incontri formativi per catechisti ed educatori

Rendere la diversità una risorsa e un valore. Percorrere le strade dell’inclusione sociale e offrire a chiunque la possibilità di essere cittadini a tutti gli effetti.
Verte su questi temi il percorso di formazione, riservato a catechisti ed educatori, promosso dalla Diocesi di Altamura – Gravina – Acquaviva delle Fonti. Un ciclo di tre incontri intitolato “Educare all’inclusione” che aprirà i battenti domenica 27 ottobre 2019 presso il centro socio-educativo “Granelli di Senape” di Acquaviva delle Fonti. Lì, dalle 16 alle 19 avrà luogo un convegno dal titolo “La persona disabile”. A
curare il dibattito ci penseranno Elvira Riccio, psicologa e coordinatrice del centro socio-educativo “Granelli di Senape” e il dottor Giacomo Zaltini, educatore della realtà acquavivese.

Secondo appuntamento in programma sabato 23 novembre 2019 (con start alle ore 16.00) a Gravina in Puglia, nella chiesa del Santissimo Crocifisso. Per l’occasione, la città del grano e del vino ospiterà don Vito Sardaro, referente regionale per il catecumenato, chiamato a coordinare il convegno “Inclusione della persona diversamente abile in parrocchia”.

L’ultima tappa del percorso formativo è prevista ad Altamura domenica 26 gennaio 2020. Presso la chiesa San Giovanni Bosco (dalle 16 alle 19) la professoressa Annalisa Caputo, referente regionale della Catechesi per le persone disabili, dialogherà con i presenti sulla dimensione umana e spirituale della persona diversamente abile.
Per maggiori informazioni, contattare don Antonio Scaramuzzi al 339 685 51 30 e/o Giacomo Zaltini al 331 244 1837.

93 Total Views 3 Views Today