Seminario Diocesano | Diocesi di Altamura-Gravina-Acquaviva d. Fonti

Seminario Diocesano

Seminario Diocesano

di Altamura - Gravina - Acquaviva delle Fonti



Eretto nel 1595, per volontà del vescovo Vincenzo Giustiniani, il nostro Seminario Diocesano è il primo seminario a essere stato istituito in terra di Bari. Conosciuto come “Seminario Vescovile di Gravina”, ha vissuto continue evoluzioni dettate dalle situazioni storiche e culturali del tempo, restando sempre nel territorio un punto di riferimento pe gli studi, il discernimento vocazionale e le competenze educative.

In alcuni periodi, come gli anni delle grandi guerre, il Seminario ha vissuto periodi critici con anche alcuni anni di assenza di seminaristi, senza però mai interrompere la lunga tradizione educativa. Nello scorso secolo il Seminario Vescovile è stato sempre identificato con lo storico “palazzo del seminario” situato a Gravina tra l’episcopio e la chiesa del Purgatorio.

Nel 1986, con l’unificazione e la creazione della Diocesi di Altamura-Gravina-Acquaviva delle Fonti, il Seminario Diocesano si è sempre più caratterizzato per la cura dei seminaristi adolescenti, di suola media e superiore. Nel 1991 il Seminario Diocesano entrò a far parte del progetto del “Centro Giovanile Benedetto XIII”, spostandosi nella moderna struttura situata all’ingresso di Gravina.

In seguito, nel 2006, il seminario venne spostato nel “palazzo Loglisci”, al centro di Gravina, restando come sempre culla delle vocazioni per tutta la diocesi.

Oggi il Seminario Diocesano, insieme alla comunità che vi abita stabilmente, accoglie diverse esperienze di discernimento vocazionale per preadolescenti, adolescenti e giovani, cercando di servire le comunità parrocchiali e alimentando in esse la cultura vocazionale propria di ogni cristiano. Così il seminario resta “palestra di santi e fucina di futuri discepoli”!