In Diocesi riparte il servizio civile

In diocesi riparte il servizio civile

Riparte in diocesi il servizio civile promosso dalla Caritas diocesana. Dal 1 gennaio 2019 sei giovani potranno prestare il loro servizio presso due sedi accreditate. Questa esperienza è una delle proposte che la caritas desidera rivolgere ai giovani attraverso le parrocchie, le opere-segno e gli enti con i quali la caritas svolge il suo servizio verso le famiglie  e le persone in difficoltà.

Nel prossimo anno, inoltre, sarà proposto un progetto per i giovani: l’Anno di Volontariato Sociale (AVS), un servizio gratuito rivolto a persone più deboli ed emarginate, svolto nell’arco di un anno, che vede come protagonisti e destinatari i giovani dai 18 ai 28 anni.

  Servizio Civile – Bando 2018
Il 20 agosto il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale ha emanato il Bando 2018 per il Servizio Civile Universale.

La Caritas di Altamura – Gravina – Acquaviva delle Fonti è presente con un progetti, per un totale di 6 posti.

Il progetto si realizzerà in due sedi:
  • l’Opera Mariana del Samaritano ad Altamura
  • il Centro socio educativo “Granelli di senape” ad Acquaviva delle Fonti.
Il progetto approvato dal Ministero e dalla Caritas Italiana è allegato alla presente:
  • allegato 1 (progetto servizio civile altamura)
  • allegato 2
Per partecipare è necessario presentare:
  • allegato 3
  • allegato 4
  • allegato 5
  • copia del documento di identità
Gli allegati sono in formato pdf e word.

Il termine per l’invio delle domande via PEC o a mezzo raccomandata A/R è fissato al 28 settembre 2018.In caso di consegna della domanda a mano il termine è fissato alle ore 18.00 del 28 settembre 2018.

  La domanda di partecipazione può essere presentata esclusivamente secondo le seguenti modalità:
1) con Posta Elettronica Certificata, intestata a chi presenta la domanda, all’indirizzo caritasitaliana@pec.chiesacattolica.it, avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta in formato pdf;

2) a mano o per raccomandata a/r presso gli uffici della Curia diocesana (indirizzo: Caritas Diocesana, Arco Duomo, 1 – Altamura)il mercoledì e il venerdì dalle ore 17.00 alle ore 18.00).

Attenzione: Le domande trasmesse con modalità diverse da quelle indicate non saranno prese in considerazione. In particolare, non saranno accolte le domande inviate via e-mail o via fax.

Le domande inviate all’indirizzo PEC saranno accettate solo se provenienti da un indirizzo PEC intestato all’aspirante volontario. Si invita, infine, a verificare che la propria PEC sia abilitata all’invio nei confronti di soggetti privati e non solo nei confronti della Pubblica Amministrazione (come ad esempio nel caso di PEC con dominio .gov).

Possono presentare domanda coloro che si trovano in possesso dei seguenti requisiti:
  1. a) cittadinanza italiana, ovvero di uno degli Stati membri dell’Unione Europea, ovvero di un Paese extra UE purché regolarmente soggiornante in Italia;
  2. b) aver compiuto il diciottesimo anno di età e non aver superato il ventottesimo anno di età (28 anni e 364 giorni) alla data di presentazione della domanda;
  3. c) non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata.


I requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda e, ad eccezione del limite di età, mantenuti sino al termine del servizio.

Non possono presentare domanda i giovani che:
  1. a) appartengano ai corpi militari e alle forze di polizia;
  2. b) abbiano già prestato o stiano prestando servizio civile nazionale, oppure abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista;
  3. c) abbiano in corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto tali rapporti nell’anno precedente di durata superiore a tre mesi.
  Non costituiscono cause ostative alla presentazione  della domanda di servizio civile:
  1. a) aver interrotto il servizio civile nazionale a conclusione di un procedimento sanzionatorio a carico dell’ente originato da segnalazione dei volontari;
  2. b) aver già svolto il servizio civile nell’ambito del programma europeo “Garanzia Giovani” e nell’ambito del progetto sperimentale europeo International VolunteeringOpportunities for All.


Non è possibile presentare domanda per più di un progetto, pena l’esclusione dalla partecipazione a tutti i progetti a cui si riferisce il bando.

L’iter di selezione
Il percorso di selezione dei candidati comunicato – con avviso pubblicato su questo sito – dopo la scadenza del bando con un preavviso di 15 giorni.