Altamura. Un convegno sulla veggente della Salette: Melania Calvat

Mercoledì 19 settembre 2018 si ricorderà il centenario dell’esumazione e traslazione della salma di Melania Calvat dal Cimitero di Altamura all’Istituto Antoniano Figlie del Divino Zelo.
L’evento sarà preceduto dal rosario trasmesso in diretta su Radio Maria martedì 18 settembre e mercoledì 19 la visita presso la tomba di Melania Calvat e incontro, alle ore 20.00 presso la chiesa Immacolata – S. Antonio, con la Superiora dell’ordine Sr. Teresa Calizia ed un saluto di Mons Giovanni Ricchiuti e la memoria storica a cura di p. Angelo Sardone

Era il 19 settembre 1846 quando a La Salette, sulle Alpi francesi, la Madonna apparve a due pastorelli consegnando un messaggio religioso ed un segreto. Ne fu depositaria Melania Calvat, una religiosa francese che nel 1904 morì ad Altamura, in Puglia, dopo aver girato l’Italia per fare apostolato su invito di padre Annibale Maria Di Francia

L´incontro tra Altamura e Melania Calvat fu anche l’occasione dell’incontro tra la città e padre Annibale Maria di Francia. Il 14 dicembre 1905 il padre messinese, fondatore dei Rogazionisti e delle Figlie del Divino Zelo, celebrò la solenne commemorazione funebre in Cattedrale ad un anno dalla scomparsa. Nel 1916 fondò un orfanotrofio per i figli dei soldati morti in guerra. Il 19 dicembre del 1918 compì l´esumazione del corpo di Melania dal cimitero di Altamura per trasportarlo e tumularlo nella chiesa dell’Immacolata (oggi Sant’Antonio) e per affidarlo alle Figlie del Divino Zelo. Molti anni prima, sei mesi dopo la morte, il corpo di Melania Calvat era stato trovato intatto, come risulta da alcuni documenti.

Altre info nella locandina in basso

99 Total Views 3 Views Today