La formazione in tempo di Covid: apre i battenti la “Bottega dell’oratorio”

III Domenica di Avvento: scarica il sussidio per pregare in famiglia
13 Dicembre 2020
Al via la Novena di Natale. Le proposte delle parrocchie: orari e modalità
16 Dicembre 2020
Show all

Offrire un’idea di oratorio in un contesto ecclesiale di cammino comunitario attraverso relazioni personali autentiche e significative.

È questa la finalità della “Bottega dell’oratorio”  il percorso di formazione –  pensato dall’Ufficio Diocesano di Pastorale Giovanile e dal Comitato Zonale ANSPI con il contributo della Regione Puglia – che aprirà virtualmente i suoi battenti oggi, Lunedì 14 Dicembre alle ore 20.

L’iniziativa, rivolta a chi opera nel campo educativo (formatori, animatori, catechisti e genitori che vogliono vivere o rinnovare l’esperienza oratoriana in parrocchia) consiste quest’anno – a causa del persistere delle restrizioni imposte dalla pandemia da Covid19 – in 4 webinar da fissare in agenda ogni secondo Lunedì del mese e volgerà al termine il prossimo 8 Marzo 2021. Si rinnova dunque per il secondo anno consecutivo il progetto “INSTRADA PASSIONI 2.0” nell’ambito del piano regionale sugli oratori.

Ad impreziosire l’appuntamento inaugurale intitolato “Chi? Dove? Come? Cosa? Partiamo da una grammatica diocesana sull’oratorio”, ci penseranno gli interventi della dott.ssa Francesca Napolitano, psicologa e psicoterapeuta. Per iscriversi all’evento basterà cliccare sul seguente link: https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSdaAmvYLHK2Ou1dVC1fFY0SQhhiJc3pLzSMxDHOJRj08fcdNQ/viewform.

«Anche la CEI – spiega don Stefano Nacucchi, responsabile della Pastorale Diocesana Giovanile – ha ribadito che l’oratorio non è solo qualcosa da fare ma uno stile di essere e cura quelle relazioni che possono aiutare i ragazzi e tutti i componenti della parrocchia ad una crescita comune di quei valori umani e cristiani che contraddistinguono anche la nostra società e la cultura europea».

Quella dell’oratorio si presenta infatti oggi come una realtà ricca di tradizione e nello stesso tempo capace di garantire un continuo rinnovamento per andare incontro alle odierne esigenze educative.

“Appare necessario – si legge nella nota pastorale della CEI “Il laboratorio dei talenti”- aiutare i giovani che abitano il mondo della rete a scendere in profondità coltivando relazioni vere e sincere. L’oratorio risponde a questa situazione favorendo il più possibile il consolidarsi di un preciso stile relazionale fatto di accoglienza semplice e schietta, ascolto profondo e sintonia empatica. Particolare cura richiede l’accompagnamento educativo personale, specie a partire dall’età delle preadolescenza, che permette di verificare la reale assimilazione degli obiettivi proposti e di ricalibrare continuamente in itinere la proposta formativa”.

Scarica le locandine in allegato.

(Articolo a cura di Michele Laddaga)

195 Total Views 3 Views Today