L’8 Maggio a Gravina si celebra San Michele delle Grotte

Altamura. Dal 9 maggio al 13 giugno “le sei domeniche di San Luigi Gonzaga”
6 Maggio 2021
49a Settimana Sociale dei cattolici italiani: tre webinar sul tema
11 Maggio 2021
Show all

La comunità di Gravina in Puglia si prepara a rinnovare con devozione il suo atto di fede in onore di San Michele delle Grotte, difensore del popolo cristiano, e a chiedere la sua intercessione in questo tempo di pandemia.

Sabato 8 Maggio 2021, alla celebrazione eucaristica delle 11.00 in programma dalla Basilica Cattedrale Santa Maria Assunta della città del grano e del vino, seguirà nella splendida cornice della Chiesa rupestre dedicata al Santo la Solenne Messa delle 18.00 presieduta dall’Arcivescovo, Mons. Giovanni Ricchiuti.

Sarà possibile seguire il rito religioso esclusivamente in diretta streaming sul canale Youtube della nostra Diocesi con la possibilità di interagire attivamente attraverso lo strtumento dei commenti al video. Non sarà consentito l’accesso alla grotta.

 

Cenni storici sul culto di San Michele delle Grotte

La festa di San Michele delle Grotte rappresenta da sempre un appuntamento con la storia per la città del grano e del vino: una manifestazione popolare molto sentita dall’intera comunità gravinese che annualmente si reca presso la chiesa rupestre di San Michele delle Grotte, ubicata nell’antico rione di Fondovico.

La chiesa venne scavata in un unico ed enorme masso di tufo probabilmente tra l’VIII e il X secolo, annettendo anche altre piccole grotte nei pressi dell’aula principale. In una di queste, secondo la leggenda, si consumò l’eccidio dei gravinesi da parte dei Saraceni durante la terza incursione nel 999, evento ricordato da un’epigrafe posta sulla parete della stessa grotta. I teschi e ossa umane qui visibili, tuttavia, più probabilmente appartengono a cadaveri traslati qui nel corso del XVII-XVIII secolo.

I resti dei martiri gravinesi sono stati conservati nella chiesa fino alla fine del Novecento, prima di  essere trasferiti, insieme ai resti rinvenuti nella cripta di San Marco, in parte nell’ossario del cimitero comunale e in altra parte nella chiesa di San Bartolomeo.

L’8 Maggio di ogni anno si ricorda la leggendaria apparizione di San Michele in una grotta di Monte Sant’Angelo.

 

(M.L.)
Scarica la locandina

 

159 Total Views 3 Views Today