Giornata delle Comunicazioni Sociali, il Messaggio del Papa: «La sapienza del cuore un dono dello Spirito Santo»

Il 27 gennaio ad Acquaviva c’è la Carovana della Pace
23 Gennaio 2024
Indirizzo di saluto a S.E. Mons. Giovanni Ricchiuti: «Semplicemente grazie!»
9 Febbraio 2024
Show all

Cari fratelli e sorelle!

L’evoluzione dei sistemi della cosiddetta “intelligenza artificiale”, sulla quale ho già riflettuto nel recente Messaggio per la Giornata Mondiale della Pace, sta modificando in modo radicale anche l’informazione e la comunicazione e, attraverso di esse, alcune basi della convivenza civile. Si tratta di un cambiamento che coinvolge tutti, non solo i professionisti. L’accelerata diffusione di meravigliose invenzioni, il cui funzionamento e le cui potenzialità sono indecifrabili per la maggior parte di noi, suscita uno stupore che oscilla tra entusiasmo e disorientamento e ci pone inevitabilmente davanti a domande di fondo: cosa è dunque l’uomo, qual è la sua specificità e quale sarà il futuro di questa nostra specie chiamata homo sapiens nell’era delle intelligenze artificiali? Come possiamo rimanere pienamente umani e orientare verso il bene il cambiamento culturale in atto?”.

Si apre così il Messaggio del Santo Padre per la 58ma Giornata Mondiale delle Comunicazioni che quest’anno si celebra il 12 Maggio.

Nel documento firmato a San Giovanni in Laterano per il 24 gennaio, festa di San Francesco di Sales, patrono dei giornalisti, Francesco guarda con ammirazione e preoccupazione all’evoluzione dei sistemi che stanno «modificando in modo radicale anche l’informazione e la comunicazione» e, «alcune basi della convivenza civile». Si tratta di un cambiamento che coinvolge tutti, non solo i professionisti.

Clicca qui e scarica il testo integrale del messaggio del Santo Padre

64 Total Views 2 Views Today