Altamura. Emozione e applausi per la proiezione del film “Cafarnao”

Un milione di euro in soccorso delle popolazioni del Libano
7 Agosto 2020
Ricchiuti nell’omelia di ordinazione: «Gesù continua ad accarezzarci e darci fiducia e coraggio»
8 Agosto 2020
Show all
Una serata all’insegna del buon cinema sotto le stelle, dedicata alla visione del pluripremiato film “Cafarnao – Caos e Miracoli” di Nadine Labaki. É stato possibile viverla lo scorso 2 Agosto ad Altamura, presso il Giardino Monastero del Soccorso di piazza Resistenza, durante un’interessante iniziativa promossa dalla Diocesi e realizzata con il contributo dell’8xmille destinato alla Chiesa Cattolica.

 

L’imperdibile evento, impreziosito da un’ottima presenza di pubblico, ha visto la partecipazione tra gli altri di Don Paolo Dantile, ordinato presbitero nella serata di ieri, e degli accoliti Michele Azzolino e Domingo Ariano, entrambi futuri novelli diaconi della Diocesi di Altamura – Gravina – Acquaviva delle Fonti che hanno deciso di consacrarsi per sempre al servizio di Dio e di seguire con fede e passione le orme del Signore. Tre giovani ragazzi, tre differenti storie da raccontare, un’unica scelta di vita. Quella stessa vita per la quale Zain, il protagonista del film proiettato domenica scorsa, un ragazzino dodicenne appartenente a una famiglia molto numerosa (vero rifugiato siriano), decide di far causa ai suoi genitori rei di averlo messo al mondo, dopo essere fuggito dalle loro grinfie ed essere stato condannato a cinque anni di prigionia per aver commesso un crimine violento.

 

La splendida e commovente pellicola di Labaki è stata capace di coinvolgere lo spettatore sino a quasi a togliergli il respiro, di far riflettere, di indurre costantemente i presenti a porsi numerose domande, portando alla luce ineludi­bili questioni di pianificazione familiare e trattando aspetti di vita tanto delicati quanto strettamente attuali. L’infanzia maltrattata, il ruolo genitoriale, i migranti, i confini tra gli stati, la necessità di possedere dei documenti se si vuole essere considerati come esseri umani a cui si possa dedicare attenzione, la Dichiarazione dei Diritti dei bambini: queste solo alcune delle tematiche affrontate sontuosamente dalla regista libanese nella sua opera cinematografica.

 

L’evento non ha deluso le aspettative della vigilia e ha regalato ai presenti una serata unica e suggestiva.

 

A cura di Michele Laddaga

126 Total Views 3 Views Today