50 anni di sacerdozio per don Giovanni Bruno

Il 27 giugno si celebra la Giornata per la Carità del Papa
25 Giugno 2021
Professione Perpetua per due suore della congregazione di Gesù Crocifisso
3 Luglio 2021
Show all

La comunità di fedeli della Diocesi di Altamura – Gravina – Acquaviva delle Fonti si prepara ad unirsi in festa in occasione dell’imminente 50° anniversario di Ordinazione Sacerdotale di don Giovanni Bruno, parroco del Santuario Madonna delle Grazie di Gravina in Puglia.

Ad accompagnare l’occasione una proposta di incontri di preghiera che precederà la solenne concelebrazione di domenica 4 luglio alle ore 10.30 presieduta dall’arcivescovo e cardinale, Sua Em.za Marcello Semeraro, prefetto della Congregazione delle cause dei santi. La Santa Messa avrà luogo nella Basilica Concattedrale di Gravina in Puglia.

La marcia di avvicinamento al giorno di festa prenderà, invece, il via questa sera con il triduo di preghiera presso il Santuario. L’appuntamento di giovedì 1 luglio sul tema “Educazione all’ascolto di Dio: per un attento discernimento vocazionale” sarà presieduto da don Giacomo Lorusso, docente di Sacra Scrittura presso la Facoltà Teologica Pugliese. Domani, venerdì 2 luglio, toccherà a don Giuseppe D’alessandro, padre spirituale presso il Pontificio Seminario Regionale Pugliese “Pio XI” di Molfetta, presiedere la Santa Messa del secondo giorno di triduo intitolato “Il primato di Dio: antidoto nel cuore contro ogni esaltazione del proprio io”. Il trittico di incontri – in programma alle 19.00 – volgerà al termine sabato, 3 luglio 2021, con l’appuntamento sul tema “Il servizio a Dio e ai fratelli: Esigenza concreta di amore e di sequela”. Per l’occasione, la santa messa sarà presieduta da don Gianni Caliandro, rettore presso il Pontificio Seminario Regionale Pugliese “Pio XI” di Molfetta.

Don Giovanni Bruno è nato il 26 giugno 1947 ed è stato ordinato presbitero il 4 luglio 1971. Ampiamente conosciuto e stimato come padre spirituale e pastore di anime, don Giovanni ha testimoniato la scelta di vita fatta nella quotidianità dei giorni vissuti, dispensando sempre devozione a Dio e amore fraterno per il prossimo. Durante il suo duraturo impegno presbiterale è riuscito anche ad essere un vero punto di riferimento per tanti giovani che aspirano ad entrare a far parte della vigna del Signore, in un particolare momento come quello che stiamo vivendo che vede la Chiesa subire una scarsa adesione alla chiamata vocazionale.

La Comunità del Santuario Madonna delle Grazie invita i fedeli a ringraziare e lodare il Signore per il dono del sacerdozio e a partecipare – nel rispetto della normativa antiCovid19 – alle celebrazioni segnate in agenda.

 

(Articolo a cura di Michele Laddaga)

Clicca sulla locandina in allegato per tutti i dettagli.


789 Total Views 2 Views Today