Gravina. A SS. Crocifisso torna il presepe vivente “Bethlehem. Venite adoremus dominum”

“Nella pienezza del tempo”: una proposta musicale per la Novena di Natale
15 Dicembre 2021
Gravina. Oggi in Finia un evento culturale per il Santo Natale
21 Dicembre 2021
Show all

Si rinnova anche quest’anno l’appuntamento con il presepe vivente curato dalla parrocchia SS. Crocifisso di Gravina in Puglia.

“Bethlehem. Venite adoremus dominum”, si intitola così la rappresentazione – in programma nello scenario cinquecentesco del chiostro San Sebastiano – ideata per rievocare in tre appuntamenti la nascita di Gesù Bambino.

I visitatori avranno la possibilità di vivere un meraviglioso viaggio che prende vita attorno alla grotta della Natività, il luogo dove Cristo nacque dalla Vergine Maria, e si snoda per i vari scorci dell’incantevole chiostro gravinese. Il tour alla riscoperta del simbolo più importante del Natale aprirà i battenti sabato 18 dicembre dalle 19 alle 22.30 e si ripeterà alla stessa ora nelle giornate di domenica 2 e giovedì 6 gennaio 2022.

«Mille sacrifici, grande impegno, infinita collaborazione, tenace desiderio di rivivere l’intensità del vero Natale – spiega don Giuseppe Loizzo – ci hanno portato a scendere nuovamente in campo e ad offrirvi uno spazio di fede narrata, dolcezza incantevole, armonia di luci, suoni, volti, parole di vita e soprattutto un rintocco per i cuori a tornare a Betlemme, laddove Dio è venuto a cercare l’umanità e a dare rinnovata speranza al cammino di ciascuno». «Grazie ai giovani e ai giovanissimi dei nostri gruppi parrocchiali – aggiunge il parroco della chiesa SS. Crocifisso – a chi è in scena e a chi ha dato il proprio contributo dietro le quinte, agli educatori, catechisti, mamme, papà, a tutti coloro che in vario modo stanno offrendo la loro disponibilità volontaria per preparare un evento che vuole farci rivivere il mistero del Natale del Signore».

La rappresentazione vivente “Betlehem. Venite adoremus dominum” sarà accompagnata anche quest’anno da iniziative collaterali: mercatini natalizi e degustazioni di prodotti tipici allieteranno, infatti, i presenti. L’ingresso al chiostro è libero e sarà consentito ai soli possessori del Green Pass e nel pieno rispetto della normativa antiCovid.

«Non vi resta che scaricare la locandina – conclude don Giuseppe – appuntare in agenda l’evento e raggiungerci»

(Articolo a cura di Michele Laddaga)

 

174 Total Views 3 Views Today