La nostra Diocesi a Taranto per la Settimana Sociale dei cattolici italiani

La Diocesi di Altamura – Gravina – Acquaviva delle Fonti presente alla 49ª Settimana sociale dei cattolici italiani (che si apre oggi 21 ottobre e volgerà al termine domenica 24 ottobre a Taranto) sul tema «Il pianeta che speriamo. Ambiente, lavoro, futuro. #tuttoèconnesso».

L’Arcivescovo Mons. Giovanni Ricchiuti e don Mimmo Natale, direttore dell’Ufficio diocesano della Pastorale sociale e del Lavoro, accompagnati da Roberta Genghi, imprenditrice acquavivese e Michele Leone, giovane agricoltore gravinese fanno, infatti, parte del folto gruppo dei partecipanti costituito da oltre 80 vescovi, 670 delegate e delegati provenienti da ben 208 Diocesi, in rappresentanza delle comunità ecclesiali che nei mesi scorsi hanno riflettuto a lungo a livello locale, a partire da un Documento comune.

Sei le sessioni tematiche previste per la settimana: “In ascolto della realtà” (giovedì 21); “Il pianeta che speriamo. Visioni di futuro” e “L’approfondimento e l’incontro” (venerdì 22); “Le conversioni e l’alleanza” e “Le proposte e il confronto istituzionale” (sabato 23); “La missione. Prospettive, responsabilità, impegni” (domenica 24).

Altrettante anche le “buone pratiche”, diffuse sul territorio regionale, che i partecipanti alla Settimana Sociale avranno modo di conoscere nel pomeriggio di venerdì 22 ottobre: Ecomuseo del Mar Piccolo (Taranto), Masseria Frutti Rossi/Lome (Massafra); Quartiere Montetullio/Masseria Mangiato (Martina Franca); Centro Educazione Ambientale/Progeva (Laterza); In Masseria (Grottaglie); Torre Guaceto (Brindisi).

 

 

(A cura di M.L.)

 

 

99 Total Views 3 Views Today